New York: la statua della libertà

logo
Con il gruppo di viaggio ai piedi della Statua della Libertà
Con il gruppo di viaggio ai piedi della Statua della Libertà
Tusista ai piedi della maestosa Statua della Libertà
Turista ai piedi della maestosa Statua della Libertà

La Statua Della Libertà è l’icona della Grande Mela e merita sicuramente una visita, stata regalata dalla Francia in occasione del primo centenario dell’Indipendenza americana e simboleggia l’idea di fratellanza tra i due Paesi.

È stata smontata e trasportata via nave, attraversando l’oceano.

Fu progettata dal francese Frédéric  Bartholdi insieme a Gustave Eiffel e l’altezza complessiva è di 93 m e la si può vedere fino a 40 km di distanza.

 Fu, inoltre, inaugurata il 28 ottobre 1886 dal presidente Cleveland.

Raffigura la dea romana della libertà la quale regge la dichiarazione d’Indipendenza la cui data è scritta in numeri romani (4 Luglio 1776) e una fiaccola, che un tempo fungeva da faro.

La corona ha sette punte che raffigurano i sette continenti e i sette mari; i piedi della statua calpestano delle catene spezzate, simbolo della liberazione dal potere dispotico.

Vi suggerisco di prendere la Metro 1 e scendere alla fermata South Ferry.

Io avevo già acquistato il Pass, l’ho convertito presso le biglietterie a Battery Park.

Grazie al Pass, ho saltato la fila alla biglietteria, purtroppo l’ho trovata ai controlli di sicurezza prima di salire sul battello e molto simili a quelli che si fanno in aeroporto.

Sul battello c’è un bar super fornito di bibite, ciambelle alla cannella e stuzzichini salati.

Arrivata sulla Liberty Island, ho fatto alcuni video del panorama, ma non sono salita all’ interno perché la fila era troppo lunga e non mi andava di affrontare 354 gradini.

logo